Autumn Leaves/ Foglie d’Autunno in via Margutta

Una delle vie più belle del centro di Roma? Non ci sono dubbi: Via Margutta!
In contrapposizione al caos di Piazza di Spagna e dintorni, ecco questa piccola strada, parallela di Via del Babuino che si presenta poco affollata in tutto lo splendore dei colori autunnali.
Originariamente sede di piccole botteghe e stalle, inizia a diventare in voga nel 50,dopo il film “Vacanze Romane” e diventa la residenza di artisti e nomi noti del mondo dell’arte e dello spettacolo. Per citarne alcuni: Federico Fellini e Giulietta Masina, Anna Magnani, Giorgio De Chirico.

Oggi ha conservato il suo fascino e ospita tanti ristoranti alla moda e gallerie d’arte.

Venite a scoprirne con me gli angoli più suggestivi.

One of the most peculiar street of the center of Rome? Via Margutta indeed!

Another story compared to the crowded and very close Piazza di Spagna surroundings, here’s a little jem, just round a corner of Via del Babuino, it shows up in all its quite and beauty of Fall’s colors.
Originally home of artisan’s workshops, ows its fame to “Vacanze Romane” movie in the 50ies and starts to become recidency of the big names of art such as: Federico Fellini and Giulietta Masina, Anna Magnani, Giorgio De Chirico.

Hits charme still remains unchanged and trough a nice walking you will find cozy Restaurants and art galleries.

Enjoy with me the most evocative corners.
Via MarguttaDSC_0007 DSC_0092 DSC_0096 DSC_0110 DSC_0116 DSC_0142 DSC_0155 Via Margutta DSC_0165

 

WEARING

 

Jacket: Forever21

Hat H&M
Bag: Vintage
Leather Gloves: Sermoneta Gloves
Sunglassess: Vintage

Shoes: OFFICE

Cool Places in New York

Here’s some of my favourite hotspots in New York, to eat, to have a break or just to delight yourself breathing Manhattan athmosphear! 

Enjoy

TWO HANDS 164 Mott St.

It has been definitely “my place” for breakfast during my last time spent in the City and luckily it was located in my neighbourhood: Little Italy.
I’m italian u know…so I can’t go without my caffè macchiato or cappuccino to start the day, I gotta say here it was delicious and I didn’t miss my italian ones at all!
Everythin’ else was super delicious: from the cookies to the eggs and Acai bowl!

E’ stato decisamente il mio posto eletto per la colazione del mio ultimo periodo trascorso a New York, primo perchè è delizioso e secondo si trovava proprio vicino a dove vivevo: Little Italy.

Come penso sappiate tutti, sono italiana…dunque non posso iniziare una giornata senza un buon caffè macchiato o un cappuccino e devo dire che quelli di Two hands non mi hanno fatto rimpiangere l’italia.
Oltre ai caffè e capuccini, tutto il resto era favoloso: dai classici cookies alle uova sul pane spalmato di avocado e infine la mia adorata ciotola di Acai.
mott st Two Hands NY IMG_8785 avocadoIMG_9045

GREECOLOGIES, 379 Broome St. NY

Here’s another cozy and delicious spot around my place: greek yougurt and specialities in the heart of Manhattan.
Just you can feel the Greek spirit since you put your nose here: all withe and super clean with super kind guys, and if you look a little funrther you’ll find aa very nice inside garden where you can seat enjoying delight food.
I just loved the traditional unstrained yogurt with rose petals and red fruits…I actually still miss it here in Italy!

Ecco un altro posto preferito nei dintorni: autentici yougurt e specialità greche nel cuore di Manhattan.
Appena messo il naso dentro questo posto adorabile, ci si immerge nell’atmosfera greca fatta di pareti bianche, linee pulite e gente super gentile.
Un alberello di olivo sul bancone e tantissime marmellate di frutta già la dicono lunga…e se guadate un pò più dentro troverete una gradevole sorpresa, un arioso giardino interno dove poter gustare le loro prelibatezze.
Io ho trovato tutto ottimo: involtini di foglia di vite, Tzatziki, ma mi sono letteralmente innamorata dello Yogurt tradizionale ai petali di rosa con frutti rossi sopra! Decisamente mi manca qui in Italia! :)

Greecologies rose petal yogurt IMG_8883 greekny

 

 

Rosso di sera…

sexyredMary-21guitarMary-20Mary

A typical Italian say tells:” Red at evening, good wheather hoping” ( at least this is the literary translation), Anyway it means: when you see that warm red pinky light and the sun goes down in the clouds, a sunny gorgeous day tomorrow will follow.
If we feed the red light of our passion we will make it happen…so let’s belive in the beauty of dreams…but first belive in yourself! 😉
I couldn’t not be inspired of all those sunset red lights in a spring late afternoon just arrived from the window, they were perfecty matched with my outfit.
Red shoes ZARA  and ESSIE polish: Dramatic Dracma, one of my fav nails red :)
And then…let’s belive in red passion

“Rosso di Sera bel tempo di spera….” Quando il sole all’imbrunire scompare tra un tappeto di nuvole avvolte da un bagliore rosso rosa, annuncia uno splendente giorno che verrà…. Il rosso delle proprie passioni e la volontà di perseguirle non può che preannunciare un futuro migliore, dunque credete nei vostri sogni ma soprattutto in voi stessi.
Non ho potuto fare a meno di lasciarmi ispirare  dal rosso che fa da indiscusso protagonista in questa serata di primavera romana.
La luce era troppo bella e si abbinava alla perfezione per quello che ho scelto di indossare.
Ho provato a rispolverare una vecchia chitarra…che non so suonare, ma per le foto era perfetta!
In questa pagina l’outfit è 100% ZARA: dalle scarpe alla camicia.
Smalto ESSIE nel colore Dramatic Dracma, uno dei miei rossi preferiti.
Ps: credete nel rosso della vostra passione.

Who dares to belive in Colors?

Green and redred shoesred+green

If you don’t play, you can’t win… as a popular saying teach us, so let’s start to play with colors. How? just like nature suggests us: red poppies in a green meadow inspired me for this outfit.
The green dress comes from a flea market, the sandals are from ZARA and then my beloved studded vintage red belt from my aunt.
When you’re in doubt let nature inspires you!

Se non giochi non vinci, recita un famoso detto…quindi incomincia a giocare e osare con i colori! In che modo? Ispiratevi ai colori della natura, in questo caso i papaveri su un prato verde mi hanno suggerito questo mix.
Ho trovato il vestito verde in un mercatino delle pulci, i sandali sono di ZARA e infine la mia adorata cintura rossa vintage che apparteneva a mia zia.
Quando siete in dubbio, lasciatevi ispirare dalle cose più semplici:  i colori della natura!

Somethin’ red by chance…

HatDSC_1151DSC_1183Somethin' red...by chance...

Here we are again another spring afternoon with another jacket, with somethin’ red.
I always use to wear somethin red even if it’s just a small details or somethin’ hidden in my bag.
Red is indeed the color of the passion, energy and strenght…that’s why we always need red somewhere in our daily routine. :)

You cannot miss at least one red bag in your wardrobe. A red bag is forever and adds  that special somethin’even to the easyest denim + tshirt outfit.
Just look at that ladybug ring, I found it somewhere in a flea market some years ago and it’s always one of my fav stuff.

I can’t go without a red bag :)
Red

Spring yellow Squeezee

CoppedèDSC_1103DSC_0996Vintage cross body bagYellow not mellowA yellow spot to say Hello to a brand new spring out there!
The amazing backgrond of “Coppedè” of a warm sunny afternoon.
A very unusual place located just behind the historical “Piper” club disco in just above “Corso Trieste” in Rome; ows its name to the architect who designed it.
A majestic and magical allure, never fails to enchant nor curious passersby, nor those who live there ‘for years.
I weared a classic Black&white skirt and shirt enhanched by a yellow not too “mellow” jacket from Zara.
The hilight of the whole outfit is the bag: it’s a cross body vintage suede satchel that comes directly from the 80ies, I just love the colored stones on the flap!
I wear this bag everytime I want to feel both easy and chic.

Una spruzzata di giallo per dare il benvenuto a una nuova primavera in città
La cornice che fa da sfondo è il suggestivo quartiere “Coppedè“, a due passi dallo storico “Piper Club“, situato tra Corso Trieste e i Parioli; deve il suo nome all’omonimo architetto che lo progettò.
Il fascino maestoso e magico di questo posto, non smette di incantare turisti, passanti curiosi e  gli stessi cittadini che ci vivono da anni.
Indossavo una classica camicia bianca su gonna a tubino nera enfatizzate dal giallo non troppo acceso della giacca di ZARA.
Il pezzo forte di questo look, rimane per me la borsa: è una cartella vintage che viene direttamente dagli anni 80, che si porta benissimo la sua età, costellata di pietre colorate sulla patta.
L’ho presa in un mercatino delle pulci e me ne sono subito innamorata perchè posso indossarla tutte le volte che voglio essere comoda e chic insieme.

Rocking Romance

Steetart around the CityRocking a leather JacketHow to rock a leather jacket in a urban day in the city.
Urban scene inspires always more street artis in every corner of the city, and this is an example of how a dark iron bridge can come to life!
I weared a must have black leather jacked with a white laced shirt to add it a touch of “romance”!
Jeffrey Campbell studded pumps just killed the whole look.
A very special and unique  vintage necklace handcrafted for me by an artist was my highlight of the day: a silver laqued psychedelic light blue heart charm from the 70ies makes this necklace very special to me.
Do you remember one of the most Jukeboxed hit of the 90ies “Rocking Romance”?
Well, wearing like this song came up to my mind….yes, I know, I’m a romantic music nostalgic.
If you wanna play this song again of just for the first time, here’s the link. :)

Come giocare  con una classica giacca di pelle nera in città.
I paesaggi urbani hanno ispirato sempre più artisti di strada e fotografi in ogni angolo delle metropoli, ridando nuova vita a muri fatiscenti, oppure a  uno scuro ponte di ferro, come in questo caso. :)
La giacca di pelle nera che indosso qui viene domata da una candida e romantica minigonna in pizzo.
Le Jeffrey Campbell borchiate e comodissime completano il tutto.
Il ciondolo vintage a cuore d’argento e laccato di celeste, appartiene agli anni 70,  è unico ed è stato creato per me da un’artista che crea gioielli personalizzati con pezzi  d’epoca.
PS: vi ricordate la hit di Joey Salinas che è stata una delle canzoni più gettonate nei Juke box degli anni 90′? Il pezzo si chiamava “Rockin’ Romance” e con questo outfit mi è ritornato inevitabilmente alla memoria! Si…è vero sono una nostalgica romantica, specie in materia di musica!
Se vi va di riascoltarlo oppure di sentirlo per la prima volta, ecco il link

Is fashion ended?

the end of fashionIs fashion ended?

 

Is fashion ended?

A bubblebath reflection reading the book : “The end of fashion”by Teri Agins about how marketing changed the clothing bussiness forever.
My fav sweather of the lazier sping afternoon comes from New York, I found it in a small unknown shop after miles of walk by chance…and it was suddenly love! :)

Page 1 of 212